Salari/Produttività: Bondi e Della Vedova, Ha ragione Montezemolo, più soldi ai lavoratori più produttivi

Dichiarazione di Sandro Bondi e Benedetto Della Vedova

Come abbiamo avuto modo di sottolineare nei giorni scorsi, nel nostro paese l’emergenza salari e stipendi c’è e deve essere affrontata come priorità assoluta della politica economica.
Ci sono problemi di pressione fiscale e contributiva,di fiscal drag, e, più in generale, di produttività. Ma è soprattutto il tempo di affrontare un vero è proprio tabù del sindacato italiano: la riforma dei modelli contrattuali. Ha ragione il Presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo, bisogna avere il coraggio di abbandonare il mito illusorio e dannoso dell’uguaglianza verso il basso delle retribuzioni e avere il coraggio di “pagare di più chi lavora di più: retribuzioni più alte a fronte di maggiore produttività”.
I lavoratori devono avere gli strumenti contrattuali per poter “contendere” alle imprese, azienda per azienda, una parte degli aumenti di produttività realizzati; cosa che potrebbe innescare un circolo virtuoso nell’industria italiana. Ha ancora ragione Montezemolo nel dire che, in questa logica, l’interesse delle aziende e quello dei lavoratori non sono contrapposti e sono destinati a convergere.
Questa riforma va perseguita nell’interesse dei lavoratori, con o senza in sostegno delle burocrazie sindacali.

Roma, 20 novembre 2007


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.