Finanziaria: Della Vedova, Sui precari il progetto è delirante, i fondi insufficienti

Prodi impari: neppure lo statalismo è gratis.

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia

Sulla “stabilizzazione dei precari”, la maggioranza ha compiuto un atto di irresponsabilità e di ipocrisia. Irresponsabile è la stata la scelta di promettere una sanatoria generalizzata nella pubblica amministrazione, senza alcuna razionalità organizzativa e senza alcun progetto di aumento della produttività;  ipocrita è stata invece la scelta di “sottofinanziare” la promessa sanatoria, restringendone il campo di applicazione, con la conseguenza di aprire le porte ad ulteriori scontri politici e sociali e all’inevitabile contenzioso giudiziario, che sarà innescato, in ciascuna amministrazione, da quanti saranno esclusi dalle procedure di stabilizzazione.
Di tutti i senatori eletti nelle fila dell’Unione, il più serio si è dimostrato – ancora una volta –  il trotzkista Turigliatto, che ha per primo gridato alla truffa sottolineando la contraddizione tra la “promessa” politica e l’impegno finanziario. Solo un governo politicamente morto, che sopravvive in attesa che i suoi ‘eredi’ si accordino, poteva concepire un progetto delirante con fondi insufficienti.
Il Governo Prodi non è solo così statalista da continuare ad usare il pubblico impiego come enorme “ammortizzatore sociale” e come riserva di consenso politico e sindacale. E’ anche così folle e pericoloso da far finta che queste scelte non costino praticamente nulla. Prodi almeno questo dovrebbe imparare, prima di togliere il disturbo: Nulla, neppure lo statalismo, è gratis.

Roma, 15 novembre 2007


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.