Welfare: Della Vedova, discussione blindata, prevalgono accordi extra-istituzionali

“Dichiarati inammissibili per problemi di copertura finanziaria emendamenti che comportano risparmi di miliardi di euro”

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

“Il trattamento riservato dal presidente della commissione Lavoro agli emendamenti al protocollo sul Welfare evidenzia come la maggioranza intenda blindare il provvedimento, bloccando sul nascere eventuali proposte di modifica al disegno di legge.

Pur di approvare l’intesa stipulata dal governo con i sindacati, vengono considerati inammissibili per problemi di copertura emendamenti che comportano risparmi di miliardi di euro: in nome di un accordo extra-istituzionale, viene impedita la discussione istituzionale, lasciando al Parlamento un semplice ruolo di ratifica del “patto tra corporazioni”.

C’è da riflettere seriamente sul metodo corporativo e poco trasparente che si nasconde dietro la “retorica della concertazione con le parti sociali”, un metodo su cui questa maggioranza e questo governo hanno deciso di fondare la politica economica e fiscale del paese.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.