E’ indecente presentare FI come il partito che non vuole la riduzione del numero dei parlamentari. Forza Italia, semplicemente, non vuole baloccarsi con un progetto di riforma istituzionale e costituzionale promosso da una maggioranza agonizzante, al solo scopo di durare ancora qualche mese. Non è solo giusto, ma doveroso che un partito responsabile come Forza Italia non voti una norma che serve solo a ingannare gli elettori e ad accreditare i propositi riformatori della maggioranza.
Siamo al ribaltamento della realtà. Gli “accusatori” di FI sono gli affossatori della riforma costituzionale approvata nella scorsa legislatura, che già conteneva quelle riforme (sul numero dei parlamentari, sul bicameralismo, sulla forma di governo) a cui ora il progetto Violante vorrebbe porre mano. La maggioranza degli italiani, malgrado gli sforzi propagandistici della sinistra, conosce benissimo la verità e saprà valutarla.