Scuola: Della Vedova, da Fioroni “pubblicità ingannevole”, non è il salvatore della scuola

“Quando le parole dei ministri non hanno nessuna relazione con le cose di cui dovrebbero occuparsi, si esce dal campo della politica e si entra in quello della “pubblicità ingannevole”.
E’ semplicemente ridicolo che Fioroni si stia costruendo un monumento da “salvatore” della scuola e in particolare della grammatica e della matematica, aboliti o ridimensionati dal precedente governo a vantaggio dell’inglese e di internet.

Nessun governo – meno che mai quello di Berlusconi – aveva deciso il superamento delle tabelline a vantaggio di “Google” o della grammatica italiana a beneficio dello “speak-english”. I limiti nell’insegnamento e nell’apprendimento della grammatica e della matematica non derivano da una scelta politica, ma dall’inefficienza burocratica di una scuola gestita dal sindacato e dalla sinistra come una riserva di voti e di consensi, protetta dal regime di monopolio e affrancata da ogni obbligo di trasparenza e di efficienza.
Gli studenti italiani perdono colpi in matematica e in italiano per ragioni che Fioroni si guarda bene dall’affrontare: perché gli insegnanti italiani sono troppi, sotto-qualificati e sotto-pagati; perché insegnano per meno ore e meno professionalmente dei loro colleghi europei; perché un “obiettivo qualità” è perseguibile solo razionalizzando e riducendo la spesa pubblica per istruzione e introducendo forme di concorrenza e di mercato, non continuando demagogicamente ad accrescere gli stanziamenti e a promettere nuove assunzioni.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.