Droga: Della Vedova su Turco, Non si governano i problemi con la demagogia e con gli annunci

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

Per la seconda volta nel giro di pochi mesi il Ministro della Salute evoca la possibilità di usare le forze dell’ordine per reprimere la circolazione delle droghe proibite all’interno delle scuole. Nessuna persona sensata mette in discussione l’obiettivo di ridurre la quantità di droga spacciata e consumata all’interno o all’esterno degli edifici scolastici. Che a condividere questo obiettivo sia anche il Ministro della salute è semplicemente scontato. Ma al Ministro della salute e al governo – a differenza che ai semplici cittadini – tocca il compito di perseguire questo obiettivo con misure concrete e praticabili, con risultati misurabili e con costi certi. Non ha senso “evocare” la militarizzazione delle scuole o ipotizzare la collaborazione didattica dei Nas in doppia veste informativa e dissuasiva. Queste cose o si fanno o non si fanno. Non si possono semplicemente annunciare o addirittura “auspicare”.
In generale, però, penso che la circolazione delle droghe legali e proibite nelle scuole possa essere limitata solo responsabilizzando le istituzioni e il personale della scuola, e non scaricando sulle forze dell’ordine anche i problemi di disciplina scolastica. Non dovrebbero servire i carabinieri per impedire di fumare sigarette o spinelli nei bagni delle scuole. Non sono necessari i Nas per spiegare ai ragazzi gli effetti delle droghe legali e proibite sull’equilibrio psico-fisico delle persone.

Roma, 4 settembre 2007


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.