Fisco: Della Vedova, basta con la favola dei tesoretti

Il giochetto di Visco sottostimare le entrate per avere margine per nuove spese. Pressione fiscale a livelli insostenibile, giù le aliquote.

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova presidente dei riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:
Ci risiamo. Oggi il Governo annuncia con la grancassa che ancora una volta le entrate fiscali superano le previsioni: un nuovo “tesoretto”, insomma, pronto ad essere dilapidato con la spesa pubblica. Il giochetto di Visco, sottostimare regolarmente le entrate per avere maggiori margini di manovra sul bilancio pubblico, lungi dall’essere una prova di serietà da come vorrebbe Prodi, è il segno dell’irresponsabilità fiscale del centrosinistra.
La politica del tassa e spendi deprime la crescita italiana e scoraggia gli investimenti, anziché fingere di stupirsi ogni tre mesi della crescita “straordinaria” delle entrate fiscali e promettere, come ha fatto oggi Prodi, nuove spese (ovviamente rivolte “a chi ha meno”) il Governo e la maggioranza prendano atto che le pressione fiscale ha raggiunto livelli insostenibili e che la richiesta del centrodestra di una drastica riduzione delle aliquote su famiglie e aziende è non solo necessaria, ma assolutamente praticabile.
Il resto è pessima letteratura.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.