Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

In una inchiesta come quella di Rignano Flaminio che è stata gestita mediaticamente, anche sul versante giudiziario, come una vera e propria caccia alle streghe, era forse inevitabile che nel mirino dei “cacciatori” finisse una testata giornalistica interessata a capire – e a far capire ai telespettatori – cosa sta davvero succedendo.
La difesa di Minum è ineccepibile. Non si sentono le voci, non si riconoscono i bambini. Non si è violato alcun diritto alla riservatezza, né si è esposta alla curiosità morbosa del pubblico la sofferenza delle vittime.
Se qualche danno dovesse venire dall’iniziativa del Tg5, sarà solo a causa delle reazioni spropositate e strumentali.

Roma, 19 luglio 2007