Pensioni: Della Vedova, Si profila capitolazione del Governo

L’Italia è l’unico paese europeo che abbassa l’età pensionabile

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

Se l’accordo sulle pensioni fosse quello che si va profilando (58 anni di età ed incentivi), ci troveremmo di fronte ad una vera e propria capitolazione del Governo, alla sostanziale abolizione del cosiddetto “scalone” e alla sua sostituzione con uno “scalone” di spesa pubblica a carico della fiscalità generale.
Il meccanismo degli incentivi, poi, è il modo per nascondere l’ennesimo rinvio; infatti, qualora, come è molto probabile, questi non producessero un allungamento reale della vita lavorativa, non scatterebbe nessuna correzione automatica, ma tutto sarebbe ulteriormente affidato ad una nuova trattativa e ai nuovi veti del sindacato. In un paese in cui non si riescono ad attuare le leggi esistenti (si pensi alla questione dei coefficienti di trasformazione), di certo non si può sperare in eventuali leggi future.
Ci troviamo dinanzi ad una grave anomalia, che qualche politico e sindacalista irresponsabile presenta come prova di equità: l’Italia è l’unico paese europeo che abbasserà l’età pensionabile, aggravando l’iniquità sociale e generazionale del sistema previdenziale.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.