Gay pride: Della Vedova, guardiamo a Sarkozy, Cameron e Merkel

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

“Domani sarò al Gay Pride perché, al di là della specifica piattaforma che gli organizzatori della manifestazione presenteranno, sono convinto che in un moderno centrodestra popolare e liberale non vi debba essere spazio per l’omofobia e che, invece, vi debba essere attenzione per le istanze del movimento omosessuale.

Sostegno alla famiglia e alla maternità e riconoscimento delle coppie gay non sono obiettivi tra di loro alternativi e devono essere perseguiti insieme. Questa è l’esperienza del centrodestra europeo più innovativo: quello di Sarkozy, di Cameron e della Merkel.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.