Importante la mobilitazione dell’opinione pubblica, doverosa quella del Governo

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

E’ importante e tutt’altro che strumentale la proposta avanzata oggi sul Corriere della Sera da Magdi Allam. Quella della libertà religiosa – nel medio oriente e nel mondo arabo e islamico come in Cina e nel sud est asiatico comunista, post comunista e “Pechino-centrico” – è una vera e propria emergenza politica internazionale. In questo quadro, le prime vittime sono purtroppo quanti professano le fedi cristiane. In misura gravissima in quei paesi islamici in cui il cristianesimo è bandito o perseguito come un crimine personale e politico.
L’organizzazione di una grande manifestazione popolare per la vita e la libertà dei cristiani sarebbe una positiva prova di forza della società e dell’opinione pubblica.
Per intanto, occorre però sollecitare il doveroso impegno del Governo, che di certo nella sua agenda politica internazionale non ha assegnato e non assegna alcuna centralità alla tutela delle minoranze cristiane nei paesi islamici e nella sua tanto rivendicata “politica del dialogo” non ha mai esplicitamente avanzato la richiesta di una effettiva “liberalizzazione religiosa”.
La libertà religiosa è un fondamentale diritto umano. E’ il caso che il nostro Governo lo dica a chiare lettere nella sua attività politica e diplomatica internazionale.