Bush a Roma: Della Vedova, Sinistra italiana più vicina a Chavez che a Blair

Italia screditata di fronte ai partners europei

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

Come è evidente, la presenza in Europa di George W. Bush è divenuta pressoché ovunque il preteso e l’occasione per manifestazioni di antiamericanismo ideologico e, spesso, violento.
Ma fuori dall’Italia l’estremismo piazzaiolo anti-Usa sta fuori dalle compagini di governo e non siede nelle stanze dei bottoni. In Italia invece detta le linee di politica estera e vuole dettare, anche dalla piazza, ciò che Prodi, all’interno del Palazzo, dovrà dire sabato al Presidente Bush.
La vera anomalia italiana è che in Italia le manifestazioni antiamericane saranno organizzate da una parte della maggioranza e, anche, da esponenti di governo, che dicono a chiare lettere che gli Stati Uniti d’America e il presidente Bush sono il vero fattore di minaccia della pace e della stabilità internazionale. Nel quadro del sistema di alleanze atlantiche solo in Italia, insomma, ci sono ministri e segretari di partito di maggioranza che hanno su Bush e sugli Usa le stesse posizioni di Castro e Chavez. Altro che Tony Blair!
Solo una compagine ormai accecata può non vedere quanto questa anomalia screditi l’Italia, anche di fronte ai partners europei.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.