L’Unione non raccoglierà la  ‘provocazione’ di Pannella

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

Pannella ha proposto che il Presidente Bush sia accolto da una manifestazione di benvenuto, in nome dell’amicizia e della gratitudine che l’Italia deve riconoscere all’alleato americano. Solo su questa base, per Pannella, è possibile discutere e criticare le singole scelte del governo pro tempore degli Stati Uniti d’America.
La provocatoria proposta di Pannella, che l’Unione non raccoglierà né giudicherà della benché minima rilevanza politica, rende straordinariamente manifesta la natura reale e profonda della coalizione di governo sui temi della politica internazionale.
Nella maggioranza c’è spazio solo per quanti – i cosiddetti moderati – ritengono il rapporto con gli Usa un “male necessario”, imposto dalla situazione internazionale e dalla storia delle relazioni atlantiche e per quanti – i cosiddetti antagonisti – ritengono che gli Stati Uniti siano un “male assoluto”, che merita l’ostilità militante e minacciosa di una manifestazione di popolo.
Dunque al di là delle apparenze e dei giochi delle parti, l’Unione trova una possibile ‘unità’ solo su posizioni anti-Usa.
Nella maggioranza, invece, non c’è alcuno spazio per chi ritiene che il legame con gli Stati Uniti descriva comunque, oggi come 60 anni fa, per l’Italia e per l’Europa, l’unico quadro in cui è possibile immaginare politiche internazionali fondate sul rispetto della libertà e dei diritti umani e sulla promozione della democrazia.