Ridicolo ribaltare la responsabilità sugli Usa.

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

L’iniziativa di Pannella sta assumendo toni drammatici anche perché l’azione del Governo sta assumendo, sempre più, caratteri equivoci.
Non è francamente credibile che l’Italia e la Germania, presidente di turno dell’U.E, siano bloccate dalle ‘pregresse’ divisioni europee e stiano per questo tardando a licenziare un testo di Risoluzione e a compiere gli atti necessari al suo inserimento all’ordine del giorno della prossima Assemblea Generale dell’Onu. Non è credibile perché l’Italia e la presidenza tedesca hanno ricevuto un mandato unanime dal Consiglio europeo e perché il mandato era assolutamente esplicito.
Se quindi ci sono problemi nuovi, vengano dichiarati e affrontati, non nascosti e negati.
E’ invece inammissibile che su questo delicato dossier le difficoltà dell’Italia vengano addebitate, come già sta facendo qualche esponente della maggioranza, all’irritazione del governo Usa. I ritardi sono di chi si è impegnato a proporre la moratoria, non di chi è contrario a questa proposta.
Ribaltare la responsabilità sugli Usa è poi ridicolo per un Governo e una maggioranza che non manca mai pubblicamente di distinguersi dall’amministrazione Bush e che dopo avere invitato in Italia il Presidente degli Stati Uniti si sta apprestando ad accoglierlo con una o più manifestazioni di protesta contro la sua “politica di guerra”.