Pena di morte: Della Vedova, Governo sia conseguente

(ANSA) – ROMA, 31 MAG – ‘Credo che questo tema sia l’unica iniziativa con un sostegno pressoche’ unanime del Parlamento italiano: maggioranza e opposizione si sono espresse all’unisono. Quindi il governo ha un mandato pieno da parte di tutto il Parlamento’: Cosi’ il deputato di Forza Italia Benedetto Della Vedova, dei Riformatori Liberali, intervistato da Radio Radicale sullo sciopero della fame e della sete di Marco Pannella per una risoluzione che all’Onu sancisca la moratoria della pena di morte nel mondo.
‘L’iniziativa non violenta radicale e, in particolare, quella di Marco Pannella, con il suo sciopero della sete, dovrebbero servire a far suonare un campanello per il governo, per il ministro D’Alema e per il presidente del Consiglio Prodi, perche’ diano seguito non solo all’iniziativa radicale, ma al mandato unanime del Parlamento italiano’, ha aggiunto Della Vedova. ‘Si tratta di andare fino in fondo, di essere conseguenti: di scegliere, per qualche ora, per qualche giorno, questa questione come la priorita’ dell’iniziativa del governo italiano. Anche perche’ – ha concluso – di questi tempi, Prodi e D’Alema non potrebbero che beneficiare di un successo su un’iniziativa come questa’.(ANSA).
COM-PAE 31-MAG-07 15:20


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.