Referendum/Della Vedova: Se Prodi vuole schierare Governo lo dica

Calderisi:altri governi sono stati neutrali, Professore si adegui Roma
8 mag. (Apcom) – “Se il presidente del Consiglio Romano Prodi vuole schierare il governo contro il referendum lo dica apertamente e agisca nelle sede opportune”. Lo ha detto il deputato di Forza Italia e presidente dei riformatori liberali, Benedetto Della Vedova, nel corso di una conferenza stampa tenuta alla Camera dopo le dimissioni del giudice costituzionale Romano Vaccarella.”Ciò che è accaduto è improprio – spiega Della Vedova- per questo chiediamo al governo di dichiararsi sul referendum. Noi ci auguriamo la neutralità ma se Prodi avesse deciso di puntare sulla inammissibilità anziché seguire percorsi contorti che rischiano di condizionare la Consulta, lo dica apertamente”.”Noi lo criticheremmo – ha aggiunto Della Vedova- ma saremmo di fronte a un dato di trasparenza che oggi invece manca e che finisce per inquinare la vita democratica del Paese”.A far eco a della vedova anche Giuseppe Calderisi che ricorda come “il governo può intervenire ma nei modi previsti dalla legge presentando delle memorie quando saranno raccolte le firme”. Nel caso della vicenda che ha portato alle dimissioni del giudice Vaccarella, sottolinea Calderisi, “è mancato totalmente il senso delle istituzioni”.Calderisi ha infine ricordato come in precedenti occasioni referendarie i governi, a partire da Andreotti, Berlusconi-Dini, D’Alema, “abbiano mantenuto una posizione di neutralità che noi auspichiamo possa essere proseguita”.Ang/Ral 081156 mag 07

REFERENDUM: DELLA VEDOVA, GOVERNO AGISCA ALLA LUCE DEL SOLE =
(AGI) – Roma, 8 mag- Se il governo vuole intervenire nella questione del referendum lo faccia in modo trasparente e nelle sedi proprie. E’ quanto chiedono i Riformatori Liberali di Benedetto Della Vedova nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio.”Se il governo ha intenzione di prendere posizione nell’ambito referendario deve agire in maniera trasparente e formale come prevedono le leggi del nostro stato e non con interferenze illegittime come e’ accaduto – in maniera molto grave – finora”, ha spiegato Della Vedova. “Il governo – insomma – ha pieno diritto di intervenire ma agisca alla luce del sole con la costituzione in giudizio di fornte alla Corte costituzionale quando deve decidere sull’ammissibilita’ del quesito referndario. In caso contrario “se il governo non vuole intervenire pubblicamente si pratichi l’astensione e la neutralita’ che sono finora state proprie di tutti i governi precedenti”, come ha sottolineato Peppino Calderisi, che ha anche ricordato come all’incontro di Lorenzo Cesa con il ministro Chiti fosse presente anche Prodi.(AGI) Lam 081145 MAG 07

L.ELETTORALE:DELLA VEDOVA,GOVERNO CONTRO REFERENDUM? LO DICA
(ANSA) – ROMA, 8 MAG – ‘Se il governo ha deciso di schierarsi contro il referendum lo dica chiaramente e, secondo le procedure previste dalla legge, si costituisca contro l’ammissibilita’ dei quesiti. Se invece, come ha detto Prodi, il governo vuole restare neutrale, la neutralita’ venga praticata’. A chiederlo, nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio, sono Benedetto Della Vedovae Peppino Calderisi, esponenti dei riformatori Liberali e tra i sostenitori del referendum contro la legge elettorale votata dalla Cdl.Della Vedova prende spunto dalle dimissioni del giudice della Corte Costituzionale Romano Vaccarella per puntare l’indice contro ‘l’atteggiamento vile tenuto dal governo’, reo secondo il deputato di Forza Italia ‘di non esplicitare chiaramente la contrarieta’ al referendum’.’Chiediamo al governo – prosegue – di dire chiaramente se e’ contro il referendum, senza usare vie contorte per condizionare la Consulta’.Sulla stessa linea anche Calderisi che, ripercorrendo le tappe della vicenda Vaccarella, critica ‘l’intromissione dell’esecutivo’. ‘L’ultimo governo che si costitui’ presso la Consulta contro l’ammissibilita’ di un referendum fu quello Andreotti nel 1991 – ricorda Calderisi – dal 1991 in poi, gli altri governi rimasero neutrali’.(ANSA).Y60-PNZ 08-MAG-07 12:05 NNNN

LEGGE ELETTORALE: DELLA VEDOVA (RL), GOVERNO SI SCHIERI SU REFERENDUM =
Roma, 8 mag. – (Adnkronos) – Il governo scopra le sue carte e dichiari l’atteggiamento che intende tenere nei confronti del referendum sulla legge elettorale. Lo chiedono i riformatori liberali, prendendo spunto dalle dimissioni del giudice costituzionale Vaccarella. “Sin qui ci siamo trovati di fronte ad una interferenza politica vile perche’ tenuta nascosta e sotterranea -ha spiegato Benedetto Della Vedova – Noi chiediamo al governo se ha intenzione di costituirsi contro i referendum nella sede propria. Ci auguriamo che il governo resti neutrale, ma se avesse gia’ deciso di puntare sulla inamissibilita’ lo dica subito, e non si muova in modo nascosto e paludoso. Quanto meno saremo di fronte a un dato di chiarezza e trasparenza”. Giuseppe Calderisi ha spiegato: “Il governo, se vuole, puo’ intervenire, e’ previsto dalla legge. C’e’, pero’, una lunga tradizione di neutralita’”.(Gmg/Ct/Adnkronos) 08-MAG-07 12:09


Comments are closed.