Telecom, Della Vedova: Agcom prende atto del suo fallimento

Roma, 07 MAG (Velino) – “Se Agcom sostiene che Telecom e’ in posizione dominante, vuol dire che prende atto del suo fallimento, perche’ uno dei suoi compiti e’ proprio quello di garantire l’accesso alla rete della telefonia fissa alle compagnie concorrenti”. Cosi’ oggi a RaiUtile Benedetto Della Vedova, presidente dei riformatori liberali e deputato di FI, ha commentato il documento di consultazione sulla separazione della rete Telecom, varato il 2 maggio dall’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni. Nel corso del suo intervento a RaiUtile, sull’ipotesi di scorporo della rete, Della Vedova ha sottolineato: “Preferirei proseguire con il modello attuale, ma mettendo l’Agcom in condizione di controllare il mercato. Anche se temo che all’Authority alla fine potrebbe mancare, se non il potere, l’autorevolezza per tagliare le unghie a Telecom”. In seconda battuta, secondo Della Vedova: “È ragionevole anche il modello inglese, con una gestione separata della rete, che rimarrebbe di proprieta’ di Telecom.
Mentre la soluzione peggiore e’ quella di far comprare la rete allo Stato attraverso la Cassa depositi e prestiti”.
Infine, Della Vedova a RaiUtile, ventila anche l’ipotesi che tra tre anni Telefonica assuma il controllo di Telecom: “Onestamente mi sembra logico che a mano a mano le banche dovranno uscire e presumibilmente dovranno vendere alla compagnia spagnola”. (com/onp) 071601 MAG 07


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.