San Gennari ha fatt ‘o Miraculo!

Di Giuliana D’Olcese

Carissime lettrici, carissimi lettori, egregi magistrati, forze dell’ordine, cronisti, giornalisti, direttori e vice che si sono battuti e si battono perchè sia fatta Giustizia sulle intercettazioni illecite di Telecom e dei suoi spioni corrotti e corruttori, il Giudice per le indagini preliminari Giuseppe Gennari ha fatto il miracolo! Stop alla nuova legge Mastelloide & Governativa, legge scellerata ed incostituzionale, che impone la distruzione dei dossier illegali -quindi la soppressione delle prove- dossier acquisiti dalla banda degli spioni di Telecom con le intercettazioni telematiche e telefoniche fatte su centinaia di migliaia di ignari ed innocenti cittadini utenti consumatori. A tutela della compromissione della possibilità di tutela delle stesse vittime, il Gip Gennari ha affidato la legge al vaglio della Corte Costituzionale. Carissime lettrici, carissimi lettori, con la vostra grande partecipazione e mobilitazione una nuova battaglia ci vede vincitori così come vincenti sono state le instancabili e costanti battaglie che ci hanno visto impegnati nella grande arena di Internet per la scarcerazione, poi l’assoluzione, dei Serenissimi, per la Medaglia d’oro al Valor Civile a Fabrizio Quattrocchi, per l’appello a favore della raccolta di fondi per le spese giudiziarie del ventiduenne Carabiniere Placanica, per la raccolta di fondi a favore della vedova e dei figli del poliziotto ucciso dalle BR sul treno ove prestava servizio d’ordine, per la soppressione della gabella da 5 euro sulla ricarica del cellulari, oggi per la soppressione del "canone" Telecom, ieri per l’elezione diretta dei Sindaci e dei Presidenti di Regione, per il Giusto processo, contro la pedofilia in internet. Riconoscimento e gratitudine vanno a quella Magistratura con la m maiuscola ed a quei rappresentanti delle Forze dell’ordine, sani, che si battono e rischiano in proprio per la sacrosanta tutela dello Stato e dei cittadini. Ed a quelle Istituzioni vigili e quotidianamente impegnate nella difesa dello Stato contro ogni disegno eversivo così come si sta delineando l’inquietante affaire della Spy Story di Telecom. Grazie quindi al Gip Gennari ed al gruppo di Magistrati che lo affiancano in questa grande indagine, indagine sacrosanta tesa ad affermare i diritti dei cittadini italiani sanciti dalla Costituzione. Grazie Milano. Grazie Padova. Grazie Genova. La felice conclusione di questa prima fase della ennesima battaglia che tantissimi di voi come onde sonore hanno visibilmente e coraggiosamente moltiplicato partecipando con slancio civico, anche con il sommergere di lettere e commenti la mia rubrica on line, non deve vederci abbassare la guardia ma deve, invece, incoraggiarci a continuare partecipazione e vigilanza su ogni deviazione tesa alla violenza ed alla soppressione dei nostri diritti da parte di quelle bande malavitose che tramano e si arricchiscono illecitamente ai nostri danni tramite azioni illecite ed eversive così come hanno tentato di fare la banda degli spioni di Telecom ed i suoi sodali intercettando telematicamente e a viva voce centinaia di migliaia di cittadini su ciascuno dei quali è stato redatto un dossier concernente attività, famiglia, utenze, conto in banca, abitudini sociali e sessuali, proprietà, ecc. ecc. ecc. Prego tutti i mezzi di informazione di richiamare costantemente l’attenzione sulla differenza, sostanziale e giuridica tra le intercettazioni legali, cioè queele ordinate dalla Magistratura ai fini delle indagini, e le intercettazioni illecite. Ciò lo ritengo necessario, anzi indispensabile, per il fatto che ai lettori stampa ed agli spettatori Tv i commenti e le notizie al riguardo risultano, intenzionalmente a volte, molto confuse tra loro. Come se i diversi autori e le due diverse azioni, legali o illecite, fossero parte di uno stesso calderone. Attenzione, quindi, a richiamarne costantemente la differenza.


Comments are closed.