Cronache Imperiali: Uno spettro si aggira per l’America. Sgrena in tour

di Maria Luisa Rossi Hawkins da New York

Non finisce mai di soprendere  il capitalismo, quel tonico  miracoloso che trascende ogni animosità e appiana anche la più ostica della contrapposizioni ideologiche riuscendo a lubrificare anche il  più arrugginito dei meccanismi.  Come il vetero marxismo: Il tour promozionale  di Giuliana Sgrena, qui  negli Stati Uniti a presentare il suo libro,  ne è la riprova.
Chi l’avrebbe mai sospettato: proprio lei che quando pronuncia la parola America quasi la sputa fuori con un ghigno di disgusto, lei che ritiene essere stata presa  di mira dal governo americano che la voleva addirittura morta per le informazioni raccolte nei suoi reportage scottanti!  Proprio lei ha sfidato le perfide spire dell’impero, ha armato i suoi rigorosi principi marxisti  ed è venuta qui, nella tana del lupo,  gli Stati Uniti  per farsi un po’ di pubblicità, promuovere la sua causa antiamericana e venderci per 20 dollari a copia la sua verità. Che coraggio!
Sarà forse perché con  un libro in mano sembriamo tutti un po’ più seri che la Sgrena ha  scelto proprio questa occasione per venire in America, dove – lo sa anche lei – c’è proprio posto per tutti, basta sapersi muovere e trovare il canale giusto.  A questo  ci hanno pensato i suoi “compagni


Comments are closed.