Cellulari: Della Vedova, La vittoria di Pirro di Bersani

Eravamo stati tanto facili quanto inascoltati profeti denunciando che l’intervento dirigista che cancellava i costi di ricarica per i cellulari si sarebbe trasformato in una “vittoria di Pirro”, come scrive oggi Repubblica.it.
Bersani, esautorando le autorità indipendenti che se ne stavano occupando, ha scelto di intervenire con piglio “chaveziano” (dirigismo sui prezzi a facile e immediato consenso popolare) sulla struttura delle tariffe in un settore decisamente competitivo come quello della telefonia mobile, senza alcuna considerazione delle ragioni economiche che avevano prodotto la bolla delle ricariche, in primis l’esistenza della tassa di concessione governativa sugli abbonamenti, l’alternativa alle ricariche ampiamente praticata all’estero dove non c’è la tassa.

Il risultato è stato quello più ovvio: le aziende, private per decreto del 20% dei ricavi senza quella modulazione che avrebbe caratterizzato un provvedimento delle Autorità, stanno adeguando verso l’alto le tariffe. Non solo: le compagnie più piccole sono quelle che hanno le maggiori difficoltà e rischiano di essere penalizzate in favore di due colossi che si spartiscono le quote maggiori del mercato (e che sono in grado di attutire meglio i mancati ricavi). Alla fine il rischio è di trovarsi con un settore meno concorrenziale di prima.
E ora cosa farà il Governo, varerà un altro decreto chaveziano in cui si fissano per legge le tariffe dei telefonini?
Altro che liberalizzazioni. Complimenti Ministro Bersani, un vero capolavoro (e per le banche accadrà la stessa cosa, prepariamoci).


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.