Dico: Della Vedova su nota Cei: Coppie di fatto non siano tabu’ per il centrodestra

I Vescovi italiani hanno scelto di intervenire con voce sicura e possente dichiarando “inaccettabile” e “pericolosa” la legalizzazione delle coppie di fatto in generale e di quelle gay in particolare.
In tutto l’occidente liberale e cristiano, e anche in Italia, le coppie di fatto, comprese quelle gay, sono una realtà socialmente accettata, che si è affermata senza che nessuna legge l’abbia “promossa” o “inventata”.
Sarebbe singolare che in un paese in cui si legifera per dare rilevanza pubblica a qualsiasi realtà sociale (sindacati, partiti, organizzazioni dei consumatori, ordini professionali, associazioni sportive….) si ritenga tabù intervenire sulle coppie di fatto, in particolare quelle omosessuali che oggi non hanno accesso ad alcun istituto giuridico in grado di sancire e tutelare anche nei confronti di terzi la reciproca assunzione di obblighi e diritti.

Sarebbe proprio di uno Stato etico e non di uno Stato liberale utilizzare la legislazione come strumento di giudizio morale sulla opportunità o meno delle scelte di convivenza delle persone. Nella stragrande maggioranza dei paesi europei convivono felicemente legislazioni molto più avanzate di quella italiana sul sostegno alla famiglia e alla maternità e il riconoscimento giuridico delle coppie di fatto, anche gay.
Se il centrodestra facesse proprio il “non possumus” rispetto a qualsiasi ipotesi di riconoscimento giuridico delle coppie di fatto, rischierebbe di isolarsi tanto dal resto dei centrodestra europei, quanto da una parte consistente dei propri elettori.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.