Non si ferma la mobilitazione dei medici specializzandi e neolaureati

Si moltiplicano le manifestazioni in sostegno della richiesta dei medici specializzandi di arrivare al più presto all’atteso contratto di formazione specialistica. Dopo il sostegno ufficiale di alcuni Senati Accademici quali quelli di Palermo e di Pavia, anche la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane nella sua riunione del 15 marzo scorso, ha approvato una mozione dove si sollecita il Governo a risolvere l’attuale situazione di stallo. Purtroppo tuttavia non emergono segnali positivi sullo sblocco dell’iter per la pubblicazione del secondo DPCM con lo schema tipo di contratto e del bando di concorso per l’ammissione alle scuole di specializzazione, dopo che all’ultima Conferenza Stato Regioni ancora una volta non si è trattato di formazione medico-specialistica, in assenza di novità dal governo. Prosegue quindi la mobilitazione di medici specializzandi, medici neolaureati e frequentatori che in queste settimane rilanciano in assemblee in tutta Italia l’astensione programmata per il 2 aprile con manifestazione nazionale a Roma.


Comments are closed.