L’evoluzione della crisi politica del Governo dovrebbe seguire la strada indicata dalle dichiarazioni rilasciate ieri da D’Alema: “Se il Governo non ha i numeri al Senato, il Governo va a casa. E’ un principio costituzionale.” E’ difficile quindi che Napolitano si limiti, come molti invece gli chiedono, a rinviare Prodi alle Camere.
L’ipotesi che il Governo, senza rassegnare le dimissioni, si ripresenti al Senato per chiedere le fiducia significherebbe eludere il significato politico e istituzionale della bocciatura del Governo.
Se e come la legislatura possa continuare o se invece si debba restituire la parola agli elettori è cosa che si potrà verificare solo dopo le dimissioni del Governo.