Coppie di fatto: Della Vedova, Centrodestra non si mostri ostile a innovazione

“Il centrodestra italiano non può mostrarsi chiuso ed ostile a qualsiasi innovazione nella disciplina delle unioni di fatto in nome della difesa della famiglia che, come dimostrano le numerose esperienze europee, non viene messa in discussione, nemmeno dal punto di vista “pedagogico”, dal riconoscimento delle coppie di fatto. Foss’anche per mere e pragmatiche considerazioni di consenso politico elettorale, il centrodestra non può rappresentare su questi temi solo il “partito del No”.

Ciò detto, il Governo ha compiuto un grave errore a forzare la mano portando in Parlamento un proprio Disegno di Legge sulle coppie di fatto, ipotecando così la discussione parlamentare che non potrà che risentire, a questo punto, della contrapposizione maggioranza/opposizione.
Un errore che sembra ribadito oggi dal Vice Premier Rutelli il quale ammonisce che saranno possibili solo “ritocchi formali” al testo frutto di un compromesso tutto interno alle forze di maggioranza.
Se così fosse si escluderebbe definitivamente il coinvolgimento di quanti nel centrodestra sarebbero pronti, e non sarei di certo il solo, a discutere di un intervento normativo meno fragile e ambiguo, in particolare per quanto riguarda le unioni omosessuali.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.