Pacs: Della Vedova, Inutile e dannoso un disegno di legge del Governo

“Da parlamentare che crede matura ed urgente una legislazione sulle unioni civili che affronti prioritariamente la questione, del tutto irrisolta, delle coppie omosessuali, temo che il piano della discussione politica imposta dal Governo finisca per pregiudicare e non già per facilitare la formazione di una maggioranza parlamentare e il varo di un provvedimento.
Non mi convince affatto l’idea che al Parlamento debba giungere un testo- tuttora “secretato”- che sia frutto di un duplice e preventivo compromesso dell’esecutivo: prima all’interno del governo, quindi con tutti i partiti della maggioranza.

Per questo, ho presentato una risoluzione parlamentare in cui si impegna l’esecutivo a non presentare sulla materia alcun disegno di legge governativo. Spero che su di essa possano convergere i voti di quanti, nella Cdl e in genere in Parlamento, credono nella necessità di adeguare la legislazione italiana sulle coppie di fatto alle esigenze della società, ma non ritengono possibile confrontarsi su di un testo intoccabile e blindato da una esplicita o implicita questione di fiducia.
Sulle coppie di fatto, un disegno di legge governativo è inutile e dannoso. La discussione può tranquillamente (e immediatamente) iniziare in Parlamento, senza obbedire alla logica degli schieramenti costituiti di maggioranza e opposizione.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.