L’inventore dei Pacs? Gabrio Lombardi

di Mauro Mellini
Pochi oramai ricordano chi fu Gabrio Lombardi e quale il suo ruolo nella campagna contro l’istituzione del divorzio e poi in quella del referendum per la sua abrogazione. Si può dire che il referendum antidivorzio fu una sua creatura e che lo volle fare dal primo momento, sicuro di stravincere, contro i divorzisti, ma anche contro una Democrazia Cristiana ritenuta troppo malleabile e possibilista e persino contro una parte della gerarchia ecclesiastica, che avrebbe preferito, il referendum utilizzarlo solo come spauracchio, evitando però di arrivare allo scontro. Fu un fondamentalista cattolico coerente, testardo al punto, talvolta, di apparire persino un po’ ottuso, non essendolo affatto. Professore di storia del diritto romano, spese non troppo avvertitamente in quella sua campagna il prestigio della sua dottrina.
Accade così che mentre la campagna divorzista puntava sulla necessità e l’equità di consentire ai “fuorilegge del matrimonio


2 Responses to “L’inventore dei Pacs? Gabrio Lombardi”

  1. Mario Faraone ha detto:

    Salve a tutti!
    Scusate, non vi siete accorti che questo articolo… non continua dopo le prime cinque sei righe? anche cercando di stamparlo, si ferma con un anacoluto: “Accade così che mentre la campagna divorzista puntava sulla necessità e l’equità di consentire ai “fuorilegge del matrimonio”!

  2. Alessandro Caforio ha detto:

    Ciao e grazie per la segnalazione. In effetti diversi articoli tra la fine del 2006 e l’inizio del 2007 hanno lo stesso problema. Gli articoli sono stati importati dal sito Riformatoriliberali.org che presentava diverse criticità di codifica: in pratica leggeva scorrettamente i “caratteri speciali” ( apostrofo, virgolette ecc. ). A causa di questo nell’importazione gli articoli sono stati troncati. Molti sono stati successivamente recuperati ma purtroppo per questo articolo non c’è niente da fare se non provare a conttare l’autore per verificare se conserva una copia.

Trackbacks/Pingbacks