Caso Welby

Da Corriere.it

ROMA – "Non puo’ essere riconosciuto a nessuno il diritto di dare morte ad un altro, se eutanasia vuol dire questo, e vuol dire questo, non sono d’accordo". E’ la dichiarazione del segretario dei Ds, Piero Fassino, rilasciata durante l’intervista concessa alla trasmissione televisiva ‘Telecamere’. Fassino, poi, parla del caso Welby, arrivando a fare una distinzione: "Altra cosa e’ affrontare il tema dell’accanimento terapeutico, se quello accanimento vuol dire dare un piu’ di sofferenza". In qualsiasi caso, ha aggiunto Fassino, sui temi che riguardano "la vita e la morte vanno trovate soluzioni ragionevolmente sostenibili". (Agr)

 


Comments are closed.