Cronache Imperiali. Un (vice)Romano in America.

di Maria Luisa  Rossi Hawkins, da New York

Non c’è niente che incuta maggiore soggezione di un Ateneo di fama dove le idee di chi lo ha attraversato costruiscono negli anni il prestigio di una Università. E questo,  al tempo stesso , stimola l’intelletto e intimidisce chi la frequenta. Ma non vale per tutti.
Quando il vicepremier Rutelli entra nell’auditorium della Casa Italiana della New York University  con venticinque minuti di ritardo è accompagnato da molti diplomatici e da una delegazione romana fresca fresca di shopping che guarda l’orologio e stringe forte le sue buste del Disney Store.
Dopo una giornata trascorsa al Metropolitan e a difendere l’onore delle opere d’arte italiane esposte al Getty Museum di Los Angeles, per il ministro questa sarà una passeggiata . Una conversazione sulla “Cultura Italiana, nostra responsabilita


Comments are closed.