Brogli: Taradash e Calderisi, Prima di tutto la libertà di espressione. Ma Deaglio restituisca il maltolto

Dichiarazione di Marco Taradash e Peppino Calderisi (Riformatori Liberali)

Che Enrico Deaglio avesse compiuto un falso clamoroso col suo Dvd sui presunti brogli elettorali del Viminale, diffamando l’ex ministro Pisanu, l’avevamo detto subito, e ampiamente spiegato sulla base delle procedure previste dalla legge, che impediscono al Ministero dell’Interno di avere la benché minima influenza sulla conta e la certificazione dei risultati elettorali. Procedure che Deaglio ha successivamente ammesso di non conoscere nei particolari (e che in realtà non conosceva affatto e non si era per nulla preoccupato di conoscere). Che la magistratura abbia quindi aperto un procedimento per “diffusione di notizie false esagerate e tendenziose atte a turbare l’ordine pubblico


Comments are closed.