Pensioni: Della Vedova, governo non faccia danni

Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, presidente dei Riformatori Liberali e deputato di Forza Italia:

“Oggi tanto Romano Prodi quanto Piero Fassino sono tornati sul tema delle pensioni, dichiarando la loro intenzione di mettere in agenda nuovi interventi sulla previdenza fin dai primi mesi del prossimo anno.
Il problema é che che entrambi si guardano bene dall’indicare in quale direzione la maggioranza intenda muoversi: verso un sistema maggiormente rigoroso, con un riequilibrio di oneri e prestazioni tra le generazioni, oppure verso una riforma che annulli semplicemente quanto di buono fatto dal Governo precedente in termini di età minima per la pensione?
Quanto visto fino ad oggi – Finanziaria inclusa – lascia prevedere che anche sulle pensioni a prevalere sarebbero la sinistra massimalista e le sue richieste di un “antistorico” ritorno alle pensioni di anzianità.

Per questo, quando Prodi e Fassino parlano di pensioni c’é da preoccuparsi, perché, al di là di qualche buona intenzione, il rischio è che il Governo finisca solo per fare danni. Meglio tenersi lo scalone.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.