“Non ci sono parole per definire la dichiarazioni ieri rilasciate dal sottosegretario agli esteri Donato di Santo (DS), secondo cui l’impegno del Governo, nel mondo, sarebbe quello di “cancellare” l’immagine di Berlusconi , a cui sono da preferire, come immagini dell’Italia, “la pizza, la pasta e magari anche la mafia”.
Il fatto che un rappresentante del Governo del nostro paese dica – e soprattutto pensi – tutto questo lo rende obiettivamente incompatibile con il suo ruolo. Di Santo si deve dimettere subito e Prodi deve immediatamente scusarsi con il leader dell’opposizione e con quella metà degli italiani che si riconoscono nella sua leadership e che sono stati personalmente offesi dalle parole inqualificabili del sottosegretario Di Santo”.