Finanziaria: Della Vedova, Padoa Schioppa ha parlato di tutt’altro

“In attesa dell’approvazione di una Finanziaria dannosa per il Paese, le dichiarazioni del Ministro dell’Economia hanno il sapore della beffa.
Riforma delle pensioni, necessità di riportare il debito sotto il 100% del Pil, riduzione del peso della macchina statale nell’economia. Nel suo intervento, Padoa Schioppa ha parlato di tutto tranne che della manovra presentata al Parlamento.

Nella migliore tradizione vetero-socialista – cui purtroppo ha deciso di ispirarsi parlando di “padroni” e bacchettando i ricchi che si lamentano per le tasse – Padoa Schioppa distoglie l’attenzione da una Finanziaria di sole tasse, dettata dalla sinistra massimalista e dai sindacati, tornando ai toni rigoristi del Dpef.

In realtà quel Documento è ormai completamente disatteso e inattuato e la Finanziaria rinvia a data da destinarsi i nodi centrali per il futuro del Paese. Padoa Schioppa ammetta che l’unica ancora di salvezza che permetterà ai conti pubblici di non naufragare è il maggior gettito che il governo Berlusconi gli ha lasciato provvidenzialmente in eredità.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.