Iraq: Della Vedova, da Parisi e D’Alema trionfalismi paradossali

“Fuori luogo le enfasi sulla missione, il ritiro delle truppe italiane non aiuta la democrazia in Iraq

“Ci saremmo aspettati che i ministri Parisi e D’Alema commentassero con sobrietà e senza paradossali trionfalismi il passaggio di consegne all’esercito iracheno della responsabilità della sicurezza nella provincia del Dhi Qar.
Parole come “missione compiuta”, pronunciate da esponenti di un governo che ha decretato una precipitosa ed ideologica fuga per i nostri militari, prescindendo completamente dalle reali esigenze di sicurezza della popolazione e della ancora fragili, fragilissime, istituzioni democratiche del dopo-Saddam, assumono un tono beffardo.

Soprattutto in un giorno che vede l’Italia pagare un altro importante tributo di sangue alla causa della libertà e della sicurezza dell’Iraq.
Parisi sa benissimo che la “missione” per la restituzione ai cittadini iracheni della libertà e per il radicamento della democrazia è tutt’altro che compiuta e che il ritiro precipitoso delle nostre truppe segna un punto a favore di quanti – attraverso azioni terroristiche – puntano a sfasciare gli equilibri esistenti e a far deflagrare una sanguinosa guerra civile.
Con la scelta del governo Prodi di scappare dall’Iraq, il successo definitivo del processo di democratizzazione – che auspichiamo – non sarà certo avvenuto per merito dell’Italia.
Se malauguratamente il processo dovesse fallire, sarà stata anche colpa del governo italiano.
Per questo, Parisi e D’Alema avrebbero fatto meglio a misurare le parole.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.