Fuorisede

"Mancano poche settimane all’inizio dell’Anno Accademico le tante migliaia di fuorisede che frequentano le università Romane sono totalmente ignorati dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma. L’assessore con la delega all’Università della Regione lazio , Silvia Costa, impegnata a promuovere le iniziative della Regione per la Cina senza dubbio interessanti e di grande valore, non ha minimanente preso in considerazione il problema affitti che affligge i tanti ragazzi che si spostano dalle loro città per venire a studiare a Roma. Lo dichara in una nota il Coordinatore di Forza Italia Giovani del Lazio Giancarlo Miele che prosegue: "è lodevole che anche all’estero venga promossa l’offerta formativa delle Università della nostra Regione. Sarebbe però, ancor più importante che l’Assessore Costa, prima di andare alla ricerca di matricole cinesi per le Unversità della nostra > Regione, cercasse di dare una risposta ai quasi 100.000 (centomila!) fuorisede che da tutta Italia vengono a studiare a Roma e sono costretti a pagare prezzi molto elevati per affittare una stanza o un letto in una doppia. Nella maggior parte dei casi l’affitto viene richesto in nero e ad un prezzo decisamente più elevato rispetto a quello di mercato. Questo è un problema sociale che le Istituzioni non possono ignorare. I posti letto nelle residenze universitarie riescono a soddisfare un numero bassissimo di studenti. Siamo convinti- ha concluso Miele – che prima di aprire le nostre > università agli studenti cinesi sarebbe prioritario trovare delle soluzioni > urgenti per rendere accessibile a tutti – anche a chi deve fare grandi sacrifici per portare avanti gli studi universitari da fuorisede – la permanenza nella nostra città e lo studio persso le Uiversità del Lazio. Speriamo che quanto prima l’Assessore Costa elabori delle proposte concrete per migliorare la condizione dei fuorisede che non sia quella di richiedere > la cittadinanza cinese".


Comments are closed.