Rai: Taradash, contro Mimun voglia di bottino e di epurazione

Dichiarazione di Marco Taradash, portavoce dei Riformatori Liberali“Per quale motivo il Cda della Rai intende rimuovere il direttore del Tg1, Clemente Mimun, come preannunciato dal presidente Petruccioli? Non è sufficiente la vaga giustificazione addotta secondo cui Mimun si trova alla direzione da troppo tempo ed è necessaria una nuova scelta editoriale. Il tempo, se è tempo ben utilizzato non è mai troppo. Quanto alla scelta editoriale Petruccioli ha il dovere, gestendo un servizio pubblico, di spiegare quali siano a suo giudizio le carenze dell’attuale direzione e quali le innovazioni editoriali che intende proporre. Ma di questo non dice e non può dire.
La verità è che il centrosinistra ha un’ansia famelica di occupare ogni spazio disponibile in Rai. Questa non è una novità, certamente, della politica italiana. Ma la rimozione di un direttore che ha riportato il Tg1 alla leadership degli ascolti deve essere motivata (Berlusconi dette le sue ragioni quando chiese di liquidare giornalisti che a suo parere violavano costantemente le regole di imparzialità, e subì per questo una quotidiana criminalizzazione). Altrimenti la si chiami col suo nome: epurazione politica e fame di bottino elettorale da parte una maggioranza che per giunta conta su 25mila elettori di scarto sull’opposizione.”


Comments are closed.