Pensioni : Della Vedova, La seconda resa di Padoa Schioppa?

“Sulle pensioni Padoa Schioppa rischia di perdere ulteriormente credibilità – dopo la finanziaria “con lo sconto” – di uomo del rigore e del risanamento. L’attuale sistema previdenziale, riformato dal centrodestra nella giusta direzione, seppur ancora in modo non definitivo, resta gravemente penalizzante per i lavoratori più giovani che pagano il doppio, in quanto hanno pagato coloro che sono o stanno per andare in pensione e riceveranno, se tutto va bene, la metà. Intervenire oggi sulla previdenza ha senso solo se si ha il coraggio di affrontare con decisione questa ingiustizia “generazionale”. Altrimenti meglio non fare nulla. A quanto sembra, però, il disegno iniziale di Padoa Schioppa che puntava a interventi improntati ad un qualche rigore, lascerà il posto al finto buonismo del Prc e del sindacato che, con buona pace dei giovani e dei conti pubblici, favoriscono alcune generazioni di pensionandi.
Se Padoa Schioppa ha intenzione anche questa volta di “arrendersi “ allora meglio per tutti che rinunci subito e che non si parli più di “riforma delle pensioni”.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.