Il regalo di Mastella ai magistrati, di Emilia Rossi


Articolo di Emilia Rossi su L’Indipendente dell’11 luglio, pag. 2
Abbandonando il giusto processo il ministro impedisce la nascita di un giudice terzo.

“Il 14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia, i penalisti italiani entrano in sciopero. Ma l’obiettivo non è la rivoluzione, la conservazione semmai: di quel tanto o poco di riforme liberali che il governo Berlusconi ha realizzato in materia di processo penale.
L’Unione delle Camere Penali Italiane ha indetto una settimana di astensione dalle udienze e dalle attività giudiziarie proprio a partire dal 14 luglio. Un gesto clamoroso: era dal 1998, dalla lunga stagione di proteste contro gli interventi della Corte Costituzionale sulle regole del contraddittorio nel processo penale e le resistenze del Parlamento a varare le regole del giusto processo che non accadeva qualcosa del genere. E lo sciopero “corporativo


Comments are closed.