Referendum: Comitato Sì consegna Pinocchio a Palazzo Chigi

(ASCA) – Roma, 23 giu – Hanno sfilato fino a Piazza Colonna con cartelli in cui erano riportate quelle che considerano le ‘bugie’ dette dal centrosinistra sulla riforma costituzionale e con 5 ‘Pinocchi’ dedicati a coloro che sono ritenuti i maggiori autori delle bugie. Sono stati gli esponenti del Comitato per il Si’, Maurizio Gasparri, Marco Taradash, Benedetto Della Vedova e Giuseppe Calderisi, accompagnati da un gruppo di sostenitori. Il ‘Pinocchio d’oro’ era dedicato a Romano Prodi, quello d’argento a Piero Fassino, quello di bronzo a Francesco Rutelli. Altri pinocchi erano dedicati a Oscar Luigi Scalfaro e a Franco Bassanini.L’intenzione del Comitato per il Si’ era quella di consegnare cartelloni e burattini ai diretti interessati, ma all’ingresso di Palazzo Chigi gli esponenti sono stati fermati dal servizio d’ordine. Il Pinocchio d’oro e’ stato consegnato da Della Vedova all’Ufficio passi di Palazzo Chigi che lo ha ritirato.’Questi cartelli sono dedicati alle bugie dette dal centrosinistra. La prima – ha spiegato Della Vedova- e’ che la riforma avrebbe aumentato i parlamentari mentre il centrosinistra li avrebbe diminuiti’. Secondo Della Vedova la campagna referendaria e’ stata segnata ‘da disinformazione. Il centrosinistra ha detto cose terribili sulla riforma che invece e’ una buona riforma e contiene principi innovativi per le istituzioni’. lsa/sam/ss 231308 GIU 06 NNNN Apc-REFERENDUM/ COMITATO DEL SI CONSEGNA ‘I PINOCCHI’ AL GOVERNO Gasparri, Della Vedova e Taradash davanti a Palazzo Chigi Roma, 23 giu. (Apcom) – Una delegazione del Comitato promotore del Sì al referendum costituzionale, composta da Maurizio Gasparri, Benedetto Della Vedova e Marco Taradash, Peppino Calderisi, si è presentata questa mattina all’ingresso di palazzo Chigi per consegnare a Romano Prodi, Francesco Rutelli e Piero Fassino degli originali premi: i’pinocchi’ per le più grosse bugie raccontate in questi giorni sulla riforma costituzionale.Della Vedovaindossava un cartellone con una citazione del presidente del Consiglio, vincitore del Pinocchio d’oro per la bugia più grossa riguardo alla riduzione del numero dei parlamentari, provvedimento contenuto nella riforma approvata dalla Cdl nella scorsa legislatura. Gasparri voleva invece consegnare il pinocchio di bronzo a Francesco Rutelli e Taradash quello d’argento per il segretario dei Ds, Piero Fassino. La piccola manifestazione ha suscitato la curiosità dei numerosi cronisti che si trovavano all’ingresso di palazzo Chigi in attesa del briefing che segue la conclusione del consiglio dei Ministri, ma i quattro che hanno chiesto di entrare nella sede del governo per consegnare i premi, si sono dovuti accontentare di lasciarli all’ingresso.Gal/Pda 231302 jun 06 REFERENDUM. A PRODI PINOCCHIO D’ORO DA ALCUNI DEPUTATI CDL (DIRE) Roma, 23 giu – Goliardata di mezzogiorno a Palazzo Chigi.Alcuni deputati della Cdl, Maurizio Gasparri, Peppino Calderisi, Benedetto Della Vedova e Marco Taradash, sono arrivati in piazza Colonna per consegnare a Prodi il premio ‘Pinocchio d’oro’ per “le bugie dette sulla riforma istituzionale”. I deputati erano coperti da larghi cartelloni bianchi fronte-retro che esplicitavano le motivazioni dei riconoscimenti, assegnati anche a Rutelli, Fassino e Scalfaro.A Romano Prodi e’ andato il primo premio “per la bugia colossale detta al Tg 3 dove ha affermato: ‘Noi avevamo indicato una riduzione dei parlamentari piu’ forte del centrodestra, percio’ la riforma ha determinato un aumento dei parlamentari”, si legge sul cartellone che copre il petto di Gasparri.L’argento e’ stato assegnato al segretario Ds, Piero Fassino, per aver affermato che “solo dopo la vittoria del no si potra’ fare una vera e buona riforma costituzionale”. Ad aggiudicarsi il pinocchio di bronzo e’ stato il vicepremier, Francesco Rutelli, reo di aver annunciato che con la riforma del centrodestra “il cittadino di una regione non potra’ farsi piu’ curare in un’altra regione”. L’improvvisato e folkloristico comitato per il si’ ha pensato anche all’ex presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, a capo dell’associazione ‘Salviamo la Costituzione’.Per lui i quattro deputati (tre dei quali proveniente dalla ricca fucina dei Radicali) hanno ideato un premio “emerito per le bugie pro-ribaltoni e pro-conservazione”.I “preziosi” riconoscimenti non sono stati pero’ consegnati brevi manu ai destinatari ma lasciati all’ingresso di Palazzo Chigi dove si trova Romano Prodi, dopo il Consiglio dei ministri. Chissa’ se qualcuno verra’ mai a ritirare i pinocchi abbandonati….(Lig/Dire) 13:13 23-06-06 REFERENDUM: SIT IN COMITATO SI’ A PALAZZO CHIGI, ‘PINOCCHIO D’ORO’ A PRODI = GASPARRI, PREMIER DICE BUGIE COLOSSALI SU RIFORMA E MERITA SCHERZO GOLIARDICO Roma, 23 giu. (Adnkronos) – Armati di pinocchio e cartelloni, Maurizio Gasparri, Benedetto Della Vedovae Giuseppe Calderisi hanno manifestato davanti palazzo Chigi per denunciare ‘le colossali bugie dette dal governo Prodi’ sull’annunciato taglio dei parlamentari previsto dalla riforma costituzionale approvata dalla Cdl. I tre parlamentari del centrodestra, accompagnati da alcuni militanti con bandiere del ‘Comitato per il si’ al referendum’, hanno consegnato simbolicamente il primo premio del ‘pinocchio d’oro’ al premier Romano Prodi.Dice l’esponente di An ed ex ministro delle Comunicazioni:’Il senso di questa iniziativa e’ quello di vivacizzare l’ultimo giorno della campagna referendaria, dimostrando che sono state dette delle bugie su punti specifici, in particolare da Prodi, Rutelli, Fassino, Bassanini e Scalfaro. Prodi dice che con questa riforma aumenta il numero dei parlamentari: sono bugie talmente grosse che meritavano un gesto di scherno goliardico’. Spiega Calderisi: ‘Scalfaro ha vinto il ‘Pinocchio’ emerito di diritto e a vita per le bugie pro-ribaltoni e pro-conservazione ‘costituzione mummia”. L’insolita iniziativa e’ stata promosso dai Riformatori liberali e dai ‘Comitati per il si’.(Vam/Col/Adnkronos) 23-GIU-06 13:22 REFERENDUM: COMITATO SI’, ‘PINOCCHIO D’ORO’ A PRODI PREMI PER BUGIE SU RIFORMA ANCHE A RUTELLI, FASSINO E SCALFARO (ANSA) – ROMA, 23 GIU – Pinocchio d’oro a Romano Prodi, Pinocchio d’argento a Piero Fassino, Pinocchio di bronzo a Francesco Rutelli. Per il quarto e quinto classificato, rispettivamente Giovanni Sartori e Franco Bassanini, un piu’ modesto pinocchietto di legno. Per l’ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, invece, il Pinocchio emerito di diritto e a vita. I ‘premi’ alle bugie piu’ macroscopiche sulla riforma’, sono stati simbolicamente consegnati questa mattina, in piazza Montecitorio, da una delegazione del ‘Comitato per il Si’ della liberta’ composto da Benedetto Della Vedova, Marco Taradash, Maurizio Gasparri e Peppino Calderisi. Armati di cartelloni con le bugie dei ‘pinocchi’ del centrosinistra e di pupazzi di vario colore e grandezza, hanno sfilato fino a Palazzo Chigi dove, causa Consiglio dei Ministri in corso, hanno dovuto accontentarsi di lasciare i ‘premi’ in portineria. Cerimoniere della consegna e’ Benedetto Della Vedova, deputato di Forza Italia e portavoce dei Riformatori Liberali: ‘Prodi ha mentito, dicendo che la sinistra aveva proposto di diminuire il numero dei parlamentari e che quindi la Riforma della Cdl li aumentera’. Fassino ha detto che solo se vince il No si potra’ votare una vera riforma: falso’. E via cosi’, accusando anche Rutelli (‘Mente sul servizio sanitario’), Sartori (‘Secondo lui il bicameralismo perfetto l’avrebbe gia’ migliorato il centrosinistra!’), Bassanini (‘Con lui, solo una manciata di costituzionalisti’) e Scalfaro (‘Simbolo dell’Italia pro-ribaltoni e pro-conservazione di una Costituzione mummia’).(ANSA).


Comments are closed.