Dichiarazione di Benedetto Della Vedova, Presidente dei Riformatori Liberali e Deputato di Forza Italia

“Fin dalle prime dichiarazioni di intenti di neo ministri e neo sottosegretari risulta chiaro che il nuovo governo subisce l’ipoteca della sinistra massimalista sulla politica internazionale, sulle infrastrutture, sulle tasse. Il governo Prodi sarà costretto per sopravvivere a continui cedimenti alla cultura antimercato, antiamericana, giustizialista e a quella dei “No Ponte”, “No Tav”, “No Ogm”, No tutto.
Il centrodestra è chiamato senza cedimenti e tatticismi a rafforzare in Parlamento e nel paese l’alternativa liberale, atlantica, garantista.
Se qualcuno in buona fede pensava che l’alternanza prodiana al centrodestra sarebbe potuta nascere all’insegna, quantomeno, di un moderato riformismo si è illuso”.
Roma, 20 maggio 2006