PRIMO MAGGIO/ DELLA VEDOVA: FISCHI MORATTI, INTERVENGA BERTINOTTI

Vorremmo capire se vuole proseguire lotta contro neoliberismo

Roma, 1 mag. (Apcom) – “I fischi a Letizia Moratti a Milano (come quelli a Rocco Buttiglione a Torino) sono inqualificabili e irricevibili. Ma sono anche il segno del persistere nel centrosinistra italiano di una cultura veteroclassista e settaria. Il neo presidente della Camera, Fausto Bertinotti, farebbe bene ad intervenire per chiarire quale sia la sua poswizione in merito a questi episodi”. Lo dichiara Benedetto della vedova, Presidente riformatori Liberali e deputato di Forza Italia.

“Siamo tutti desiderosi di capire,dopo il suo intervento di investitura – spiega della vedova – se Bertinotti intenda oppure no proseguire anche dagli alti scranni delle istituzioni la sua lotta politica in prima persona alla guida dei movimenti contro la globalizzazione e il ‘neo-liberismo’ (di cui, purtroppo, in Italia non abbiamo visto molto)”.

“Oggi è il momento, invece, di ribadire che nell’interesse del lavoro e dei lavoratori le riforme più promettenti sono quelle di chiaro stampo liberale e liberista – conclude – non certo quelle neo o post comuniste vagheggiate dalla maggioranza del centrosinistra”.


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.