Il fascismo rosso celebra la liberazione dall’Amerika

Tratto dal sito di Repubblica ecco un quadro della manifestazione milanese per le celebrazioni del 25 aprile conclusa da Epifani e Prodi:
Slogan contro Israele-Gli autonomi appena avvistate le bandiere di Israele hanno iniziato a scandire slogan come «Intifada, Palestina libera, Palestina rossa, stato di Israele, stato terrorista». La polizia ha fatto passare la brigata ebraica trattenendo dietro un cordone gli autonomi, molti dei quali hanno urlato «sionisti, assassini».
Contestata Letizia Moratti-E’stata apertamente contestata Letizia Moratti che ha sfilato dal corso Vittorio Emanuele. Il candidato sindaco del centrodestra, che spingeva il padre Paolo Brichetto, ex deportato al campo di concentramento di Dachau e decorato con medaglie alla Resistenza dal presidente Ciampi, ha poi deciso di abbandonare la manifestazione. «Scuola pubblica, scuola pubblica» sono stati gli slogan che numerosi partecipanti al corteo le hanno urlato contro. Vi chiedo: dovremo ingoiare rospi, querce falci e margherite per 5 anni? Dovremo condividere il giorno prima di ogni attentato le felicitazioni del governo per le aperture di Hamas? Dovremo ascoltare gli altoparlanti dei muezzin ulivisti che declamano la nuova disponibilità dell’Iran al confronto con l’Onu? E subire lo sbianchettamento delle esortazioni alla distruzione di Israele da parte del suo presidente islamonazista? Dovremo accettare che i centri sociali dell’intifada islamomarxista tornino a essere finanziati da stato e parastato? Dovremo vedere innaffiare le rose con idranti di scuola pubblica scuola pubblica scuola pubblica?


Comments are closed.