Fitto e Taradash uniti. “Premier fa bene ad alzare i toni”

ALLEANZA FI-RIFORMATORI: PUGLIA VITTIMA DEI “NO” DI VENDOLA

Di Bepi Martellotta

Da La Gazzetta del Mezzogiorno del 31 marzo 2006

Bari. Berlusconi esagera nel criticare gli alleati e attaccare gli industriali? «Da quando parla così abbiamo guadagnato cinque punti». I Radicali con lo Sdi faranno cadere il futuro governo Prodi? «No, semplicemente sposteranno quel 2% a favore dell’Unione e consentiranno, per far entrare un pugno di loro candidati a Montecitorio, una sessantina di parlamentari in più». A rispondere sono rispettivamente il coordinatore di FI Puglia, Raffaele Fitto, e il leader nazionale dei Riformatori Liberali-Radicali Marco Taradash, che ieri hanno tenuto una conferenza stampa per «ufficializzare» l’alleanza tra i due partiti della Cdl (alla Camera i Riformatori sosterranno la lista azzurra, al Senato ognuno avrà la sua). Il «Patto federativo» messo in piedi nasce soprattutto sulla condivisione in tema di «politica estera, politica economica e giustizia». Diversa la questione della laicità, su cui Taradash ha ottenuto da Berlusconi la garanzia di «libertà di coscienza dei parlamentari»: dunque, briglie sciolte per Peppino Calderisi e Benedetto Della Vedova, i due candidati che Taradash conta di portare in Parlamento sotto il simbolo del salmone. Salmone? Sì, risponde, perché «va controcorrente. Noi la scelta di stare con Berlusconi l’abbiamo fatta quando la Cdl stava dieci punti sotto», non certo per guadagnare poltrone rinunciando alle proprie idee, sottolinea. E dunque, più coraggio e più ritmo sulle riforme liberali portate avanti dal premier, più accento contro «i cosiddetti poteri forti, ma che in realtà sono poteri assistiti e protetti, come i sindacati e i “prenditori” – dice Taradash ironizzando sugli imprenditori – più forza contro gli ordini professionali, che si oppongono all’apertura del mercato». In una parola: largo alle liberalizzazioni e privatizzazioni. Per il Sud, invece, «zero tasse almeno per cinque anni, a patto che sia cambiato tutto il sistema economico italiano». E in Puglia, dice Taradash, che si spenga una volta per tutte la politica dei «no» di Vendola: dalla sanità al rigassificatore, la «politica di risanamento avviata da Fitto è stata capovolta e ora arrivano anche i rifiuti dalle altre regioni “rosse” come la Campania». Ospitalità ai Riformatori, che si propongono di diventare «quinta componente della Cdl, da parte di Fitto, che oggi accoglierà il premier sul palco di piazza Prefettura a Bari. «Mentre Ciampi invitava ad abbassare i toni e tutti si riferivano a Berlusconi, Violante lo accusava di essere mafioso. È questa la par condicio?».


Comments are closed.