Fatti di Genova: Riformatori Liberali, assurda proposta Malabarba

Dichiarazione di Ivan Maravigna, Responsabile delle strutture territoriali Riformatori Liberali

“Dopo le farneticanti dichiarazioni del no-global Caruso che chiedeva lo scioglimento dei Ros e la strumentalizzazione delle voci ingenue dei ragazzi di Locri cui è stato chiesto di dire che in Calabria lo Stato non esiste, quando lo Stato in Calabria è impegnatissimo e a non esistere casomai è la società civile, arriva adesso la boutade del senatore trozskista Malabarba, che propone l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sui fatti di Genova da affidare alla presidenza di Heidi Giuliani, la madre del giottino rimasto accidentalmente ucciso mentre con un estintore in mano aggrediva una camionetta dei Carabinieri.

Sarebbe un pò come mettere i familiari delle vittime a fare i giurati popolari nei processi e poi dire che l’imputato è pienamente garantito.

Appartiene, come liberali e come radicali, al nostro Dna ed è nella nostra tradizione, a partire dal caso Giorgiana Masi, il principio che non esiste limite alla ricerca della verità e che in una democrazia liberale è possibile discutere liberamente di tutto e, ovviamente, anche delle politiche della sicurezza e dell’ordine pubblico.

Ma le forze dell’ordine costituiscono un certo e saldo presidio di legalità. Una cosa è discutere della buona o cattiva gestione dell’ordine pubblico in casi particolari, ben altro è la strumentale aggressione sistematica finalizzata a distruggere uno dei pilastri su cui si fonda la civiltà giuridica del nostro paese.


Comments are closed.