Della Vedova: Benissimo Bondi: necessaria una voce liberale e radicale nella Cdl

“Prendiamo atto con favore e riconoscenza delle parole con cui quest’oggi Sandro Bondi – in un filo diretto a Radio Radicale – ha valorizzato il contributo politico ed elettorale di quella pattuglia radicale, riformatrice e liberale che ha scelto, andando “controcorrente” rispetto alle scelte di Marco Pannella, di cercare un accordo con la Casa delle Libertà.

Proprio nel ricordare la coerenza che questa scelta dimostra rispetto alle posizioni radicali dell’ultimo decennio, Bondi ha riconosciuto che a questa presenza va riconosciuta un’autonomia di proposta e di iniziativa. E siamo convinti che, proprio per le connotazioni più radicalmente liberiste, liberali e garantiste, la nostra presenza potrebbe contribuire a completare ed ad allargare – e non già a contraddire- l’immagine e la proposta politica della Cdl. A questo e soprattutto a questo serve una voce liberale e radicale nella Cdl.

Entro sabato prossimo- quando inizierà la seconda Assemblea Nazionale dei Riformatori Liberali- contiamo di chiudere e di comunicare pubblicamente i termini di quell’accordo politico ed elettorale con la Cdl, per cui in molti, a partire da Sandro Bondi, hanno lavorato in tutti questi mesi.”


Autore: Benedetto Della Vedova

Nato a Sondrio nel 1962, laureato alla Bocconi, economista, è stato ricercatore presso l’Istituto per l’Economia delle fonti di energia e presso l’Istituto di ricerca della Regione Lombardia. Ha scritto per il Sole24Ore, Corriere Economia, Giornale e Foglio. Dirigente e deputato europeo radicale, è stato Presidente dei Riformatori Liberali. Presidente di Libertiamo, è stato capogruppo di Futuro e Libertà per l'Italia alla Camera dei Deputati. Attualmente, è senatore di Scelta Civica per l'Italia.

Comments are closed.