Alla Rosa nel pugno l’Unione riserva solo spine

Intervista di Valter Delle Donne a Benedetto Della Vedova
Da Il Secolo d’Italia del 3 febbraio 2006, p. 6

“Povero Marco, la votazione di ieri è l’ennesima conferma che per i radicali andare a sinistra è stato un errore”. Benedetto Della Vedova, presidente dei riformatori liberali, è dispiaciuto per la scelta di Montecitorio: “Pannella poneva una questione sacrosanta rispetto ad una legge che poneva una obiettiva discriminazione per la Rosa nel pugno.” Della Vedova, assieme ad altri radicali storici tra i quali Marco Taradash e Peppino Calderisi non hanno condiviso la scelta di allearsi con l’Unione. “Per portare avanti i temi che stanno a cuore a noi – osserva Della Vedova – uno spazio più proficuo esiste ed è nella Casa delle libertà”. Il presidente dei riformatori liberali invidia ai suoi ex compagni di strada una sola cosa: “Da quando Pannella è passato con la sinistra gode di ottima stampa


Comments are closed.