L’Europa gioca alla pace

Da Il Tempo, p. 2

Il viaggio in Germania di Condoleezza Rice, segretaria di stato Usa, ha fatto conoscere all’opinione pubblica europea una verità che la maggior parte dei governi aveva taciuto. Rice ha rivelato che – udite, udite – è in corso da qualche anno, più precisamente dall’indomani dell’ 11 settembre 2001, la guerra al terrorismo, dopo che per molto tempo la parte libera del mondo aveva subito inerme la guerra del terrorismo. Rice ha detto che questa guerra comporta operazioni di intelligence, segrete, e metodi al di fuori delle procedure giudiziarie. Fra questi in particolare il prelevamento di sospetti terroristi e la loro restituzione ai paesi d’origine. E anche, sospettano molti (ma Rice non l’ha ammesso) la loro cattura e detenzione in carceri segrete. Queste pratiche – ha aggiunto – hanno sventato attentati salvando molte vite ed è sempre stata rispettata la sovranità dei singoli Stati. Rice ha negato l’uso o il permesso d’uso della tortura, ma ciò che chiama “rendition


Comments are closed.