“Euroghost” di Daniele Capezzone

Di Enrico Gagliardi

Sarà forse perchè ho nei confronti dell’autore un pregiudizio positivo ma dico subito che ho trovato questo saggio davvero interessante. Una requisitoria, brillante ma spietata contro l’Europa, intesa come istituzione vecchia ed inadatta alla risoluzione dei princpali problemi che attualmente si presentano ai nostri occhi. Il libro si sviluppa attraverso vari capitoli i quali trattano temi tra loro diversi ma in qualche modo collegati. L’autore non risparmia critiche, sempre argomentate, verso i burocrati del vecchio continente, colpevoli di non risolvere, o di non saperlo fare,questioni in realtà fondamentali come quelle riguardanti i diritti civili e le libertà fondamentali in tutto il pianeta. Il saggio è anche l’occasione per rilanciare l’idea dell’organizzazione mondiale delle democrazie ben più fattuale e moderna di questa ONU che ha da tempo dimostrato tutto il suo fallimento. Capezzone dimostra una visione di politica estera davvero lungimirante: ipotesi ed idee decisamente liberali nel senso classico del termine. Insomma un saggio senza dubbio da leggere con molta attenzione, alla fine del quale però sorge spontanea una domanda: ma i Radicali, alla luce di quello che ha scritto l’autore stesso, cosa hanno in comune con questa sinistra? Compralo su bol.com!


Comments are closed.