Sesso esplicito e orge: la rivista Colors ritirata da Singapore

Sempre all’insegna dello stupore. Dai tempi di Oliviero Toscani, che ora non ci sono più, Benetton ha scelto di colpire il pubblico attraverso le immagini. Una cultura che per certi versi è stata introdotta in Italia proprio dalla casa di abbigliamento veneta. E una tradizione che negli anni, è proseguita, anche attraverso la rivista Colors, nata nel 1991 da un’idea di Toscani e Luciano Benetton visto che la pubblicità del provocatorio fotografo spesso veniva rifiutata da molte pubblicazioni. Tradizione che però non ha fatto colpo su Singapore, dove l’ultimo numero (quello di primavera) del magazine pubblicato da Benetton è stato vietato per i suoi contenuti esplicitamente sessuali, in quanto contiene illustrazioni e foto di nudi e atti sessuali, tra cui orge. E così l’Autorità per lo sviluppo dei media (Mda) ha stabilito una ferrea censura sulla pubblicazione. "L’Mda ha dato disposizione al distributore di Colors di ritirare tutte le copie del numero di primavera dal mercato", si legge in un comunicato. Dopo anni di censura, Singapore si è conquistata la fama di "stato bambinaia", anche se la città ha allentato alcune forme di controllo sociale. Lo scorso anno, Singapore ha revocato il bando del magazine Cosmopolitan e della serie televisiva "Sex and the City", ritenuta troppo spinta.


Comments are closed.