I contendenti

L'immagine “http://www.generazioneelle.it/public/immagini/sanpietro.bmp” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.Di Luigi Pavone

"A chi giova questa confusione del concetto di cristianesimo?Non di certo al cristianesimo stesso."

 

Non è una novità… che il povero cristianesimo sia per così dire strattonato… è il caso di dire: a destra e a sinistra. Così al Congresso del partito della Rifondazione comunista, in cui l’appello al cristianesimo è funzionale alla critica del sistema sociale capitalistico (cioè della libertà borghese), e sembra testimoniare una diversa libertà, la libertà del lavoratore;così al Congresso del partito della Rifondazione comunista, come al Comitato di Radicali italiani, in cui l’appello al cristianesimo, al cristianesimo autentico, beninteso, e non quello perverso della Chiesa cattolica, è funzionale alla critica allo Stato autoritario e all’affermazione delle libertà individuali, anche economiche, e da ultimo alla chiamata a raccolta in vista del referendum abrogativo della legge 40 sulla procreazione assistita. Sia nell’uno sia nell’altro caso, l’operazione è la seguente: dar credito al lessicografo di turno che glossa la voce cristianesimo come sinonimo di comunismo, oppure dar credito al lessicografo di turno che glossa la voce cristianesimo come sinonimo di liberalismo. E sulla base di questa sinonimia, concludere che il cristianesimo della Chiesa cattolica, che non è né comunista né liberale, non è per conseguenza che una degenerazione del cristianesimo stesso. Se non che, questa operazione di sinonimia resta per lo più nascosta, dietro a diversi tentativi di spiegazione. Ci si arrovella nella spiegazione che non si tratta di una semplice posizione di sinonimia, ma di una evidenza della ragione o di una verità storica. E difatti spesse volte al cristianesimo si fa riferimento sotto forma di radici storiche, onde le radici cristiane del comunismo, o le radici cristiane del liberalismo. Questa seconda via consente per altro di dare in qualche modo autorità religiosa o esoterica ad una ideologia: è un modo attraverso cui l’ideologia non vede sé stessa come ideologia, e se questo non vedere, questa cecità sia un tratto essenziale della ideologia in quanto tale, lasciamolo pure indeterminato; la risposta a questa domanda, in un senso o in quello opposto, non è priva di fondamentali conseguenze. A chi giova questa confusione del concetto di cristianesimo? Non di certo al cristianesimo stesso.


Comments are closed.