La Sapienza: i conti non tornano

Da uno studente di Medicina

Adesso che siamo alla fine dei giochi elettorali ci si accorge che qualcosa sta andando storto. I conti non tornano e improvvisamente succedono strane cose. Amici di vecchia data si ritrovano contro, si lanciano accuse di sabotaggio e nessuno conosce più nessuno. La situazione è abbastanza confusa? Bene, cerco di fare luce. Cominciamo dall’inizio. Come sapete all’inizio di queste elezioni i candidati erano il Prof. Frati Il Prof. Orlandi Il Prof Guarini e il Prof. Campanella A quarantott’ore dall’inizio della prima tornata elettorale il Prof. Redler della Facoltà di Medicina ha deciso di appoggiare il Prof. Orlandi. Questa cosa, anche se normalissima in un paese democratico, mi è giunta abbastanza inaspettata data la conoscenza e la frequentazione di vecchia data col Prof. Frati. Quello che più mi stupisce sono le argomentazioni che quest’ultimo adduce a questa scelta. Il quale dice di non ammettere le "cose bulgare" che vuole fare il Preside, che Frati non può pretendere che tutti accettiamo i suoi comandi… insomma, apparentemente un ribelle che difende i diritti del popolo. Il problema è che, contemporaneamente spiega tranquillamente di essersi messo contro il Prof. Frati perché, nel momento in cui dovesse lasciare la carica di Preside per fare il Rettore, non vuole garantirgli di diventare Preside al posto suo. Molti non si rendono conto dell’incongruenza di queste frasi. Non può funzionare che se Frati usa il suo potere a mio favore, va bene che il potere lo abbia e se invece lo usa a favore di un altro non va più bene e si deve fare una crociata contro di lui. Ignora forse il Prof. Redler che il nuovo Preside verrebbe votato democraticamente con un elezione che coinvolge tutti i docenti e (forse) anche i Rappresentanti degli Studenti. Se il Prof. Redler è interessato, basta candidarsi con progrmma decente e contare i propri voti. Lo so perfino io che di politica, lo dico sempre, non ne capisco. Dopo la prima tornata elettorale il Prof. Frati ha fatto un accordo con il Prof. Guarini per una candidatura unitaria. Tutti hanno gridato allo scandalo, dimenticando forse, che il Prof. Orlandi 4 anni fa in seconda tornata fece un accordo col Prof. D’Ascenzo in cambio della carica di Pro Rettore (cosa che è stato per gli scorsi 4 anni), anche se allora, in prima tornata elettorale, si presentava insieme al Prof. Frati proprio in alternativa alla gestione D’Ascenzo. Va sottolineato che il disinteresse a certi giochetti di potere da parte del Prof. Frati, a mio avviso, è dimostrato dal fatto che invece di chedere voti al Prof. Guarini per diventare Rettore, ha offerto a lui la carica di Rettore in base agli accordi di programma tra i due, chiedendo ai propri elettori di appoggiare la candidatura del Prof. Guarini. Quello che accade attualmente è una campagna anti Frati legata al discorso (secondo me abbastanza banale): "Perchè se uno stima il Prof. Frati dovrebbe votare il Prof. Guarini?". La risposta che mi sento di dare a questa strana domanda è: "Perchè se uno stima il Prof. Redler dovrebbe votare il Prof. Orlandi?" E comunque: "Perché dovrei votare il Prof. Orlandi?", "Cosa di buono ha fatto per lUniversità, per la Facoltà o per il Policlinico?" Porsi certe domande forse porterebbe a risposte un po’ scomode per il candidato Orlandi, risposte tipo: – Nel 2002 il Prof. Orlandi fece un accordo con il Dott. Longhi (allora direttore del Policlinico) che comportava il taglio di 900 posti letto del Policlinico Universitario Umerto I e lo smembramento di parecchi altri posti in sedi assurde tipo Bracciano. – In un recente articolo (scritta in tempi non sospetti) spiegavo il perché dell’annullamento delle elezioni dei Rappresentanti degli Studenti. Vi ricordate l’intervento di un certo Prof. Gianni (uno di quelli che vive e insegna a Tijuana – Messico) a favore di una certa delibera che tappava la bocca ai rappresentanti degli studenti? Beh indovinate come fa di cognome? Ora mi domando, e questa è una domanda fondamentale, come si può sperare che uno che fa una mossa del genere sapendo benissimo quali conseguenze avrebbe portato, diventi Rettore? Ho fatto il Rappresentante degli studenti in maniera (spero sempre) degna e in passato non ho mai potuto incontrare il Rettore. Come posso sperare che questo Rettore abbia un orecchio per gli studenti? Come può sperarlo chi lo appoggia? Si, perché dovete sapere che molti dei rappresentanti degli studenti nelle due scorse tornate hanno votato Orlandi… possibile che stiano coscientemente appoggiando qualcuno che palesemente non ha dimostrato di non voler fare nulla in nostro aiuto? Possibile che i pupilli siano così tanti e tanto convincenti? Scrivo tutto questo a giochi fatti, solo per chiarire la mia posizione al riguardo, cosciente che questa mail non farà alcuna differenza ai fini delle elezione del nuovo Rettore, dato che nessuno leggerà per tempo qesta mia, ed anzi correndo il rischio di "espormi" se non a favore del Preside Frati quantomeno contro il Prof. Orlandi. Resta il fatto che se il Prof. Orlandi dovesse diventare Rettore di questo Ateneo, dovrebbe almeno perdere un po’ di tempo a spiegare certe posizioni prese in passato se vuole avere il consenso della metà dell’elettorato contrario alla sua elezione… almeno quella di Medicina. Non ci resta che sperare che le cose vadano per il meglio.


Comments are closed.